Ciao Piada, piadine senza glutine al Vomero

6.5/10
  • Cucina
  • Qualità/€
  • Glutenscienza
  • Posizione
Recensione

Da un punto di vista estetico, il locale – nonostante la cura – non ha molto da offrire, ma si posiziona su una via strategica sia per raggiungere il posto, che per regalarsi una passeggiata. Il menu è davvero completo e dà al celiaco la possibilità di mangiare un prodotto, la piadina, che non è certo facile da trovare senza glutine.

Passiamo alla qualità del cibo. Il pane senza glutine è soffice e non risulta pesante, segno che non è un prodotto industriale. Inoltre il passaggio sulla piastra dà croccantezza a un alimento che sappiamo essere abbastanza critico per le paninoteche. Per quanto riguarda la piadina, la sfoglia risulta flessibile e non si sfarina come capita troppo spesso ai prodotti senza glutine. Buona anche la graffa per i celiaci (con o senza Nutella).

Il companatico è anch’esso di buona qualità. Qui Ciao Piada è avvantaggiato perché il locale, per come è strutturato, comunica una qualità da take-away, quando in realtà i suoi prodotti sono decisamente sopra la media di una simile categoria. Insomma, hamburger e salami sono buoni, migliori anche di molte paninoteche dallo stile accattivante, ma non eccellenti.

Eccellente è l’attenzione per il celiaco, tale che un piccolo “tranello” ha suggerito prudenza al cameriere: al tavolo eravamo due. Abbiamo spiegato che una persona era celiaca, ma abbiamo ordinato solo prodotti senza glutine, tranne una birra “classica”. Il gentile cameriere ha portato quanto richiesto, precisando che stava servendo una bevanda con glutine.

Sin qui Ciao Piada meriterebbe un 7, ma la nota dolente viene dalla frittura, che è risultata parzialmente sgradita, tanto che, a dispetto di una fame da leoni, si è preferito lasciare qualche pezzo. Dalla cucina ci hanno tuttavia rassicurato che si è trattato di un errore del tutto accidentale nell’uso degli ingredienti. Insomma: una svista. Successivamente torneremo con la speranza di dare a Ciao Piada il voto che merita.

Informazioni

Dove: Il locale si trova nel cuore del Vomero su una parallela di via Scarlatti che collega via Bernini a via Luca Giordano. La zona si presta dunque a piacevoli passeggiate sulle Ztl.

Trasporti: Il trasporto più comodo è sicuramente la linea 1 della Metropolitana (detta “Collinare”), la cui stazione Vanvitelli si trova a 350 metri, mentre quella di Quattro Giornate è a 500 metri. Altrettanto comode le funicolari, di cui la Cimarosa-Parco Margherita è a 450 metri, la Centrale (Piazza Fuga-Augusteo) è a 550 metri e via Morghen-Montestanto a 650.

Glutenscienza: Il locale è iscritto all’Aic ma, soprattutto, il menu per il cliente comune è quasi identico a quello per il celiaco. Molto ampia è la varietà di alimenti: panini, piadine, birra e dessert sono offerti nella variante con e senza glutine.

Servizi: Il cliente può accomodarsi ai pochi tavoli all’esterno, oppure all’interno, dove comunque si contano 24-36 sedute. E’ installata una televisione,visibile solo nella sala interna.

Santina Di Leva

Morsi di menu

  • Aggiunta per ogni panino o piadina senza glutine 1 €
  • Piadina classica 4.5 €
  • Cheeseburger 4.5 €
  • Birra Green's sg 5 €
  • Graffa/cornetto 5 €

Locali per celiaci che potrebbero interessarti